Piazzetta G.Romano, n.15, 82037 Telese Terme, BN  P.I.01283530622

“Melamangiai” Conversazione con Daniela Matronola

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

Mercoledì 20 febbraio, alle ore 18.30, la Fondazione Gerardino Romano, presso la sede sociale di Piazzetta G. Romano 15, Telese Terme (BN), ospita la scrittrice Daniela Matronola. All’incontro, coordinato dal prof. Felice Casucci, si presenta il libro Melamangiai, RP libri, 2018. L’Autrice, nell’intervista rilasciata a Paolo Restuccia e apparsa su “Scuola di scrittura Omero” il 6 maggio 2018, dice: “Il libro è nato perché a un certo punto avevo un bel po’ di materiale poetico e ho capito che potevo organizzarlo in raccolta. Il titolo invece ha doppia pista di nascita e significato. Per cominciare, il materiale finito in questo libro è stato scritto a mano in un quaderno la cui copertina è stata realizzata lavorando le bucce di mela (ApPeel), e poi il rimando a questo dettaglio concreto mi ha fatto riaffiorare nella memoria una cantilena che ripeteva sempre mio padre, Melamangiai: peccai o non peccai?, che era anche un giochino di parole. Racconto più compiutamente tutto il giro di coincidenze tra titolo e libro e scrittura nella Nota d’Autore, che i lettori trovano in fondo. La raccolta nel suo insieme prova a fare due cose, mi pare: indicare una condizione e tracciare la relazione tra l’io e l’umano, cioè tra individuo e genere, nei punti di condivisione di questa condizione. Dopotutto quella cantilena, in modo disarmato e ingenuo, allude alla condizione umana, però centrandone subito il nodo, la base, seppure col tono della favola, o dell’allusione biblica: ripetendola mi pare di risentire la voce di mio padre”. Per un dialogo tra letteratura e musica, il prof. Franco Mauriello propone il primo appuntamento dei Contrappunti Musicali, al quale è prevista la partecipazione del jazzista Vincenzo Saetta. I Contrappunti Musicali si propongono di tradurre in improvvisazioni musicali e in brani originali o di repertorio le suggestioni e le emozioni generate dalla lettura dei testi, in particolare di quelli poetici, presentati agli incontri culturali dei Mercoledì della Fondazione Romano. Un rapporto di reciproca influenza e ispirazione fra la letteratura e la musica è sempre esistito. I protagonisti musicali degli appuntamenti, con assoluta libertà creativa e dopo aver letto in anteprima i testi, contrappuntano la presentazione delle opere letterarie, dialogando con l’Autore e il presentatore delle opere. 

Tutti i video relativi agli incontri settimanali sono visibili sul canale YouTube della Fondazione. 

Daniela Matronola lavora alla propria letteratura da molti anni, su quasi tutti i fronti: racconto, romanzo, traduzione, critica su rivista, poesia. Ha anche tenuto corsi sulla poesia italiana a studenti americani alla LUISS e di scrittura in versi per la Scuola di Scrittura Creativa OMERO, prima in Italia (a parte le lezioni milanesi di Giuseppe Pontiggia). Ha vinto premi per racconti e poesie.

 Vincenzo Saetta inizia a studiare il saxofono all’età di 15 anni, dopo aver sentito il folgorante suono di Maceo Parker. Appassionatosi al jazz, in particolare alla musica di Charlie Parker e John Coltrane, si iscrive al Conservatorio di Benevento ed inizia a fare le prime esperienze nei jazz club napoletani già all’età di 17 anni. Nel 1993 partecipa ai seminari di Umbria jazz e vince una borsa di studio per il Berklee College of Music di Boston. Nel 2008-09 vince tre concorsi nazionali ed internazionali: il “WALTEX JAZZ COMPETI-TION”; il Premio Nazionale delle arti, sezione “Jazz”, VI^ edizione;il  BARGA JAZZ 2009, con il quintetto BLUETIME 5et. Nel biennio 2009/2010 frequenta il master di perfezionamento jazzistico “Siena International jazz master”, vincendo una borsa di studio ed esibendosi in concerti con docenti italiani e americani del calibro di J. Snidero, B. Watson, T. Berne, J. Ballard , G. Trovesi, B. Hart, , P. Danielson, S.Khun, D. Perez.

"Dal volgersi delle cose al rivolgersi ad esse" -  F. C.