Festival Festina Lente Telesia, III edizione: Manifestarsi

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

Venerdì 24 giugno 2016, la Fondazione Gerardino Romano, propone il Festival Festina Lente Telesia 2016, III edizione. In occasione del primo ricchissimo appuntamento, interverranno, presso l’Anfiteatro delle Terme di Telese, alle ore 21.00, il popolare giornalista, scrittore e autore televisivo milanese Ezio Guaitamacchi e la vocalist Brunella Boschetti Venturi. La Fondazione, in persona del suo Presidente, prof. Felice Casucci, introdurrà al Festival con un saluto di benvenuto e una breve presentazione del tema prescelto: Manifestarsi.

 

Lo spettacolo di Guaitamacchi e Venturi, intitolato La Storia del Rock, si svolgerà come un viaggio tra racconti, suoni e visioni, per ripercorrere sessant’anni di storia del rock attraverso aneddoti curiosi, immagini epocali e canzoni leggendarie, rilette in modo originale in chiave acustica. Lo spettacolo è tratto dall’ultimo libro di Guaitamacchi La Storia del Rock, Hoepli, 2014, giunto alla terza edizione, che sarà presentato, alle ore 20.30, dal giornalista e scrittore musicale Donato Zoppo, curatore e presentatore dell’evento serale. Sarà, questo, il primo degli Aperitivi musicali dedicati all’editoria musicale, curati da Filomena Grimaldi della libreria Controvento di Telese Terme.

Sempre nell’ambito del Festival, alle 18.00, al Grand Hotel Telese, si svolgerà il primo dei miniconcerti di musica classica, tra Classicismo e Romanticismo, curati dal maestro Franco Mauriello, con l’intervento del pianista Luigi Marrone, che eseguirài brani Notturno op. 9 n. 1 di Fryderyk Chopin, La fille aux Cheveux de Lin e Prelude 1 da Danseuses de Delphes di Claude Debussy; del chitarrista Andrea Curiale, che eseguirà i brani Etude n. 7 e Etude n. 11 di Heitor Villa Lobos, Studio di Giulio Regondi e Capriccio diabolico di Mario Castelnuovo – Tedesco; del flautista Vincenzo Laudiero e del chitarrista Gabriele Lucarelli, che eseguiranno i braniSonatina op. 205 di Mario Castelnuovo-Tedesco e Entr’acte di Jacques Ibert.

Nell’ambito del Festival, nel Parco delle Terme di Telese, dalle ore 19.00 e le 20.30, è prevista l’installazione sonora interattiva Flussi di mutazioni in opposizioni binarie, frutto della collaborazione tra l’I.R.S.E.M.(Istituto per la ricerca e la sperimentazione elettroacustica musicale) di Napoli e il Dipartimento di Nuove Tecnologie e Linguaggi Musicali del Conservatorio di Benevento. Si tratta di percorsi sonori ed elettroacustici in un delicato equilibrio tra controllato e incontrollato, tra autentico e artificiale. Ideazione e coordinamento artistico del maestro Franco Mauriello; sviluppo interfaccia hardware e software di controllo dei maestri Giosué Grassia e Michelangelo Pepe; musiche elettroacustiche di J. B. Favory, a cura dei medesimi maestri.

Tutti i video relativi agli spettacoli serali sono visibili sul sito della Fondazione (www.fondazioneromano.it) nella Sezione “Festival Festina Lente Telesia 2016”.

Ezio Guaitamacchi milanese, viaggiatore e tennista, nella vita fa tante cose divertenti: è giornalista musicale, autore e conduttore radio/tv, scrittore, musicista, docente e performer. Direttore di JAM, voce di Lifegate Radio, docente di giornalismo al CPM di Milano, ha diretto collane di libri musicali e scritto una dozzina di saggi rock. Le sue ultime opere sono: RockFiles – 500 storie che hanno fatto storia, Arcana, 2012, Delitti Rock, Arcana, 2010; 1000 canzoni che ci hanno cambiato la vita, Rizzoli, 2009.

Brunella Boschetti Venturi è milanese (con sangue romagnolo). Qualcuno dice che lo spirito di Janis Joplin si sia impadronito di lei. Canta da sempre: dopo essere stata nel coro delle voci bianche della Scala, aver frequentato il Conservatorio a Cremona e numerosi club e locali del nord Italia, nel 1999 conosce Ezio Guaitamacchi e con lui partecipa a centinaia di spettacoli, rassegne e festival italiani e internazionali. Ha diviso il palco con Paola Turci, Serena Autieri, Massimo Bubola, Alberto Fortis, Andrea Mirò, Bernardo Lanzetti, Massimo Priviero. Ha aperto vari concerti, tra cui quelli di Noa, Jefferson Starship, Tuck & Patti, Big Brother & The Holding Co., Mick Taylor.

Luigi Marrone,pianista, ha iniziato giovanissimo lo studio del pianoforte per poi proseguirlo presso il Liceo Musicale G. Guacci di Benevento, sotto la guida della prof.ssa Adele Bancale e del prof. Carlo De Maria. Si è inoltre scritto al Conservatorio Musicale Nicola Sala di Benevento e attualmente, dopo aver studiato con la prof.ssa Rachele Parisi, segue il Corso Accademico di Primo Livello sotto la guida della prof.ssa Maria Cristina Costanzo.

Vincenzo Laudiero, flautista, ha conseguito il Diploma in flauto presso il Conservatorio “G. Martucci” di Salerno, sotto la guida del maestro Nicola Cappabianca. Qualche mese più tardi, ha conseguito la Laurea in Scienze Politiche presso l’Università Federico II di Napoli. Nel 2014, ha seguito due Master in Pedagogia Musicale presso la Fondazione Musicale Santa Cecilia di Portogruaro (Venezia). Ha continuato lo studio del flauto partecipando a masterclass e corsi di perfezionamento tenuti da importanti maestri del panorama nazionale e internazionale, come quelli con Gisela Mashayekhi-Beer (Josefh Haydn Konservatorium Eisenstadt), e con il concertista Salvatore Lombardi. Recentemente, ha vinto il 3° premio al Concorso Europeo di Esecuzione Musicale Jacopo Napoli. In qualità di esperto in Pedagogia Musicale, collabora con molte Scuole Statali, ed è inoltre docente di flauto presso l’Accademia W. A. Mozart di Casoria (Na).

Gabriele Lucarelli, chitarrista, si è diplomato in chitarra presso il conservatorio Nicola Sala di Benevento, sotto la guida del maestro P. Lambiase. È attualmente iscritto al Biennio Specialistico presso lo stesso Conservatorio. Ha partecipato a masterclass con i maestri: A. Desiderio, Lucio Matarazzo, Carles Trepat, Piero Bonaguri, Fernando Lepri, Mario Fragnito, Enea Leone, Christian Saggese. È iscritto al corso di perfezionamento del maestro Christian Saggese. Si è esibito in numerosi concerti in qualità di solista e in formazioni cameristiche.

Andrea Curiale, chitarrista, si è diplomato con Lode in chitarra classica presso il conservatorio Nicola Sala di Benevento, sotto la guida del maestro P. Lambiase. È attualmente iscritto al Biennio Specialistico presso lo stesso Conservatorio. Ha partecipato a masterclass con i maestri: C. Marchione, A. Desiderio, Lorenzo Micheli. Sta attualmente seguendo il corso di perfezionamento del maetro Christian Saggese. Ha partecipato a diversi concorsi nazionali e internazionali risultando vincitore di numerosi primi premi. Si è esibito in numerosi concerti in qualità di solista e in formazioni cameristiche.